Il tennis, sport molto amato dai vip, nonché disciplina fatta non solo di potenza, ma anche di concentrazione e tecnica, è contraddistinto da grande eleganza, sia nei movimenti che nel contesto che lo circonda. Ora chi è innamorato del tennis può rivivere questa sua passione anche puntando sulle partite di tennis nei campionati virtuali sul web. 

Sì, perché l'emergente virtual betting, dà la possibilità di scommettere su incontri virtuali di tennis, oltre che sulle corse virtuali di cavalli, sulle corse virtuali di cani, sul calcio virtuale, sulle gare automobilistiche virtuali ecc. È possibile da quando sono state legalizzate in Italia le scommesse su gare virtuali, con il decreto relativo del dicembre 2013., sport molto amato dai vip, nonché disciplina fatta non solo di potenza, ma anche di concentrazione e tecnica, è contraddistinto da grande eleganza, sia nei movimenti che nel contesto che lo circonda. Ora chi è innamorato del tennis può rivivere questa sua passione anche
puntando sulle partite di tennis nei campionati virtuali sul web.
 
Le scommesse su eventi sportivi simulati sono partite molto bene, mostrando grandi introiti nel corso di questi mesi del 2014 e tutte le più grandi agenzie di scommesse si sono buttate in questo campo, che riesce ad attirare molti giocatori: sono nate dunque le sezioni dedicate alle scommesse virtuali di Snai, Sisal, Lottomatica, Eurobet e Intralot, tra le altre. 

Come quelle sulle altre gare e corse, anche le scommesse sui match virtuali di tennis sono possibili in ogni momento della giornata, dato che tali incontri sono trasmessi, a intervalli piuttosto brevi, nel corso di tutte le 24 ore. Molto realistici, con ricostruzioni tridimensionali sorprendenti, hanno luogo su campi anch'essi virtuali, denominati in modi diversi.

La loro durata non è certo quella delle partite reali: si svolgono di solito in un minuto o poco più, ovvero il tempo di un game. Sono precedute da una fase preliminare di circa tre minuti durante la quale si mostrano i tennisti che si affrontano, le loro precedenti prestazioni e lo stato di forma, così da permettere di farsi un'idea per la puntata.

Vengono anche mostrate le quote associate ai contendenti dal bookmaker e si può scommettere sino alla fine di tale preambolo, termine oltre il quale non sarà più processabile nessuna scommessa. Dopo la messa in video della gara, sono visualizzati per un minuto i punteggi finali e quindi appare il nome del vincitore, così da poter valutare se si è ben puntato oppure no.
 

VIRTUAL BETTING SUL TENNIS: TIPOLOGIE DI SCOMMESSA ATTUABILI

Ma quali sono le puntate possibili nel caso si decida di scommettere sui match simulati di tennis? Ci sono varie opzioni:
- vincente: quando si pronostica quale dei due tennisti (o coppia nel caso di doppio) vincerà l'incontro;
- risultato esatto: se si punta prevedendo l'esito esatto dell'incontro;
- totale punti: se quello che si cerca di indovinare è il totale dei punti segnati nel corso della partita.
 
 
PUNTARE SULLE PARTITE VIRTUALI DI TENNIS DÀ TANTI VANTAGGI!

Chi segue assiduamente il tennis e le performances dei suoi campioni non potrà che amare il virtual betting sul tennis. Peraltro esso, rispetto al tennis che viene giocato nella realtà, mostra alcuni innegabili vantaggi. In primo luogo la disponibilità in ogni momento: gli incontri si svolgono continuamente, per tutto il giorno e ogni giorno dell'anno, per cui non c'è bisogno di aspettare Wimbledon o altri campionati di questo sport per scommettere.
 
In più l'evento virtuale si conclude nel giro di alcuni minuti, per cui non si deve attendere molto per sapere se si è vinto o no. Infine gli esiti non dipendono da fattori esterni, come può essere un infortunio di un tennista - che si è slogato un polso o una caviglia ad esempio - perché tutto dipende da un generatore casuale che prescinde dalla volontà umana e obbedisce solo alle leggi della statistica.
 
Poi c'è da considerare che si può praticare il virtual betting su partite di tennis senza doversi spostare dalla propria stanza o casa, in assoluta comodità e serenità, cosa che favorirà la concentrazione, utile per fare le scelte giuste.
 
 
L'AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO E LA SUA TUTELA

In questo caso, come in tutto il betting virtuale, si richiede una specifica protezione da parte di un organismo che sia in grado di assicurare una copertura da truffe e imbrogli, tutelando così i players, in particolare quelli che si apprestano per la prima volta a giocare puntando su gare di tennis virtuali. L'ente in questione è l'Aams, garante del corretto svolgimento di questi giochi e da poco ricompresa nell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, cui spetta la funzione di disciplina del gioco pubblico in Italia.
 
Questo sito gode dell'autorizzazione di tale organismo, che dunque è strumento atto a impedire raggiri ai danni dei giocatori. In più, per chi si avvicina per la prima volta al virtual betting sportivo, consente di sperimentare gratis, per farsi un'esperienza senza rischiare i propri soldi. In un secondo momento, una volta acquisita dimestichezza, lo scommettitore potrà davvero impiegare il proprio denaro e tentare la fortuna (a quel punto sono fissati un ammontare minimo e uno massimo di giocata e 10.000 euro come vincita massima che è possibile conseguire).
 
Sono centinaia i filmati in digitale che vengono trasmessi e sono gestiti attraverso un generatore casuale di riproduzione, per cui è assolutamente garantita la casualità degli esiti e, essendo molti i video, appare impossibile che i giocatori ricordino chi vince i match di tennis simulati su cui si scommette.
 
A ulteriore garanzia della veridicità e casualità dei risultati dei match, le gare sono mostrate solo dopo la visualizzazione delle quote assegnate e dopo che sono state fatte tutte le puntate. Ma ce ne sono ancora altre di condizioni favorevoli per chi si cimenta nelle virtual bets su incontri di tennis: a chi è neofita sono offerti tanti succulenti bonus sulle scommesse virtuali, oltre a molte promozioni di vario tipo.
 
Per il resto, è sempre bene tenere a mente, come sempre quando si gioca d'azzardo, che deve essere il buon senso a guidare chi scommette: mai farsi trascinare dall'euforia del momento o lasciarsi influenzare da un esito negativo, perché questo non può che far fare mosse errate: gestire bene il proprio denaro, senza investirlo tutto e subito e in sostanza mantenersi sempre presenti a sé stessi, senza strafare, perché solo così cresceranno le probabilità di vittoria.
 
 
MA QUANTO È PROBABILE VINCERE?

Il payout delle 
scommesse sulle sfide a tennis virtuali è stato predeterminato dall'Aams tra l'80% e il 90% su quelle singole e tra il 60% e il 90% su quelle plurime. Quel che è certo è che tale tipo di scommesse non consente di conoscere sin dal principio la probabilità di fare centro, al contrario di quanto succede per tutti gli altri giochi d'azzardo classici il cui andamento è basato sulla casualità.
 
La probabilità di vittoria discende dalla quote che il bookmaker associa ad ogni evento. Tale quota non è altro che quel valore soggettivo che esprime quanto è probabile il verificarsi dell'evento stesso: perciò, quanto più bassa è la quota, tanto più alta sarà la probabilità, mentre quanto più alta è la quota, tanto minore sarà la probabilità di vincere puntando su quell'esito; se si vuol sapere la probabilità in termini percentuali, è sufficiente dividere 100 per ciascuna delle quote.
 
Se però si addizionano i quozienti risultanti, appare subito che la somma non è esattamente 100, ma un numero un po' più grande, che si dice lavagna o allibramento; la differenza tra questo valore e 100 dà il margine di guadagno del bookmaker, cioè il suo margine di intermediazione. Così la reale probabilità di vincere quando si punta su un tennista nel virtual tennis è quella che scaturisce dalla divisione dei quozienti ottenuti per la lavagna.

Giocare con i Virtual Games